Matrice della resina Eshmuno

Sicurezza nei pazienti. Incrementata.

Nuovi progressi per i plasmaderivati salvavita
con le resine Eshmuno® P anti-A/B

La difficoltà

Tracce di isoagglutinine anti-A e anti-B nelle immunoglobuline (Ig) derivate dal plasma vengono associate a maggiori rischi di emolisi per i pazienti, una complicanza seria, talvolta fatale.

La soluzione

Si ritiene che l'introduzione di passaggi cromatografici con l'impiego delle resine Eshmuno® P anti-A e Eshmuno® P anti-B per la rimozione specifica degli anticorpi anti-A e anti-B riduca per i pazienti il rischio delle complicazioni associate alle terapie a base di Ig derivate da plasma. La maggior sicurezza per i pazienti viene ottenuta senza aggravi economici sul processo produttivo; le resine possono, infatti, essere riutilizzate per almeno 200 cicli, dopo lavaggio acido o alcalino, senza che le prestazioni ne risentano.

Le resine Eshmuno® P anti-A e Eshmuno® P anti-B sono due distinte resine per cromatografia d'affinità appositamente ideate per un'efficace rimozione delle isoagglutinine anti-A e anti-B dalle Ig derivate dal plasma.

Vantaggi fondamentali

  • Rischi ridotti per i pazienti
  • Migliore economia di processo
  • Flessibilità operativa
  • Migliore controllo della qualità
Matrice della resina Eshmuno Matrice della resina Eshmuno®

Risorse correlate

Con le resine Eshmuno® P anti-A e Eshmuno® P anti-B, ampliamo la nostra offerta di prodotti per cromatografia d'affinità con nuove resine appositamente ideate per il mercato dei plasmaderivati.

Comunicato stampa